Renzi preoccupato per l’inflazione: ripartirei da Draghi

A meno di due mesi dalle elezioni del 25 settembre, Matteo Renzi parla di alleanze e premier: intervistato stamattina ad Agorà Estate, l’ex premier ribadisce il sostegno a Mario Draghi e sottolinea la preoccupazione per l’inflazione

renzi-agora-intervista

L’estate italiana si preannuncia davvero infuocata: la campagna elettorale è ufficiosamente iniziata, coinvolgendo di fatto tutte le forze politiche pronte a strappare un voto in più  all’elettore medio.

Questa mattina ad Agorà estate, ad essere intervistato è stato Matteo Renzi, ex leader del PD ed ex premier. Durante l’intervista tanti i temi affrontati ma, due su tutti, sono di importanza fondamentale: chi vorrebbe Renzi come primo ministro e quali alleanze andrà a cercare il suo “nuovo” partito Italia Viva.

Mario Draghi di nuovo premier?

Se per le alleanze l’ex premier non si espone, lanciando solo qualche frecciatina al PD, colpevole di averlo emarginato, ma oggi interessato forse ad una possibile coalizione con lui, sul nome del premier su cui puntare non ha dubbi, Mario Draghi

Io sono rimasto colpito perché al tavolo del consiglio europeo vanno i primi ministri […] Quando arrivò Draghi un primo ministro mi disse “Vedi Matteo, quando parla Draghi noi prendiamo appunti… quando parlava Conte andavamo a prendere il caffè”. Se mi domanda un nome secco le direi vorrei ripartire da Draghi.

Molti partiti continuano a viaggiare a fari spenti, attendendo le mosse dell’avversario (o del possibile alleato) in attesa dei soliti sondaggi.