Elezioni 2022, meeting di Rimini: ultimi aggiornamenti e novità

Camilla Principi
  • Esperta di politica nazionale
  • Laureata in Scienze della Politiche Relazioni Internazionali
24/08/2022

Sta continuando la campagna elettorale in vista delle elezioni di settembre: quali sono le novità di oggi? Le dichiarazioni dei politici e l’appello di Draghi. Scopriamo gli ultimi aggiornamenti del meeting che si sta tenendo proprio ora a Rimini.

TRUE-1200X675-2-8-675×370

Mario Draghi auspica per l’Italia ad un nuovo governo che riesca a superare tutte le difficoltà di questo periodo, al di la del colore politico:

Mi auguro che, indipendentemente dal colore politico, il prossimo governo possa superare quelle difficoltà che oggi appaiono insormontabili. Come le abbiamo superate l’anno scorso, l’Italia ce la farà anche questa volta

Dopo la presentazione delle liste i leader politici hanno stabilito un meeting Rimini per aprire un confronto a 360 gradi. Matteo Salvini Giorgia Meloni aprono al tetto europeo sul prezzo del gas, intanto la Meloni non si scusa per aver pubblicato il video dello stupro a Piacenza, rimosso poi dai social network. Salvini dichiara poi:

Non colpiscono il sanzionato, ma chi le impone. Spero che non alimentino la guerra.

Enrico Letta dichiara di accettare volentieri la carica di Premier se gli italiani glielo chiedessero, intanto si scaglia contro il presidenzialismo e opponendosi all’idea di avere un solo uomo alla guida. Intanto Calenda dichiara di voler combattere ed impegnarsi a non voler perdere quello che è stato “guadagnato” con il governo Draghi:

Questa persona, il suo impegno, il suo metodo, la sua autorevolezza non possono andare perduti. E noi ci batteremo con le unghie e con i denti affinché non accada. Punto

Marcucci ribadisce di essere fiero di aver appoggiato il governo di Draghi e attacca i 5 Stelle per averlo fatto cadere:

Un grande Presidente del Consiglio a Rimini. Il Pd ha l’orgoglio di avere sostenuto Mario Draghi fino all’ultimo giorno. Destre e Cinque Stelle la vergogna di averlo fatto cadere, fregandosene dell’Italia

Anche Letta spende buone parole per il futuro ex presidente del consiglio, Mario Draghi:

Ascolto il discorso di grande orgoglio italiano ed europeo di Draghi a Rimini. E poi penso che Salvini, Berlusconi e Conte si sono aggiunti il 20 luglio a Meloni per farlo cadere