Elezioni 2022: Calenda e Renzi verso l’accordo

Camilla Principi
  • Esperta di politica nazionale
  • Laureata in Scienze della Politiche Relazioni Internazionali
11/08/2022

Intanto che Berlusconi ha dichiarato di correre per il Senato, Si-Verdi candidano Ilaria Cucchi. Nel frattempo Calenda e Renzi stanno cercando un incontro per creare un terzo polo da presentare alle politiche di Settembre.

politica italiana

Carlo Calenda rivela che vorrebbe creare una un’alternativa alle proposte politiche che ci sono ad oggi e per questo ha deciso di aprire un tavolo di confronto con Renzi. Calenda ha dichiarato:

sono stati giorni tumultuosi e ho imparato che in politica, a differenza delle aziende, finché non hai chiuso non hai chiuso.

Meloni e Letta: scontro diretto

giorgia-meloni-fdi-ansa

Nel frattempo iniziano i primi veri scontri tra le fazioni politiche. Nella giornata di ieri c’è stato un botta e risposta tra Enrico Letta e Giorgia Meloni, nel quale il segretario del PD accusa la leader di FdI di “incipriarsi il naso” e di voler “cambiare immagine”, la donna ribatte che non ha bisogno di nessuna cipria, il suo partito è semplicemente coerente.

Carlo Calenda e Renzi verso il terzo polo

matteo-renzi-elezioni

A quanto pare sarà proprio oggi il giorno della verità, in cui è sancita la nascita del terzo poloCalenda all’inizio ironizza sulla questione e poi sottolinea che, sia lui che Renzi, si stanno impegnando a creare un terzo polo, che sia l’alternativa alle proposte di oggi.

Renzi ha dichiarato:

Se si fa l’accordo bisogna capire qual è la prospettiva per la prossima legislatura, se c’è un progetto serio: le candidature e le liste sono le cose più facili su cui accordarci. La domanda vera è: ‘vogliamo fare un polo del buon senso nella prossima legislatura? Io sono ottimista e prudente. Penso che dobbiamo vederci e decidiamo se si o no.

Renzi ha dichiarato di essere disposto anche a fare un passo indietro sulla leadership, ma soltanto una volta che sia nato un accordo. In ogni caso è abbastanza evidente che tra lui e Calenda ci sia un vera e propria sintonia. Renzi continua:

Ci aspettano tempi difficili: avremo tanta inflazione. Quando hai l’8-9%, tanti vanno sotto la soglia di povertà. A quel punto tra settembre e dicembre si deve ridiscutere il patto di stabilità europeo: A Bruxelles ci sono quelli tosti, gli olandesi, i tedeschi. Ma se non cambiamo quel patto non andiamo da nessuna parte. Io chiedo agli italiani, chi preferite che vada a trattare? Draghi o Meloni?

Entrambi i leader si aspettano che il loro bacino elettorale sia molto più ampio rispetto a quello che si è prospettato fino ad ora. Calenda ha infatti sottolineato:

Il 4% ce lo dà il sondaggista del Pd e Più Europa… l’ho visto in azione alle amministrative… In questo momento sondaggisti seri non stanno rilevando perché la gente è al mare

In ogni caso oggi dovrebbe essere il giorno decisivo per la creazione del terzo polo. Attendiamo solo ulteriori aggiornamenti.