Elezioni 2022: Berlusconi tra i candidati, Di Battista si ritira

Camilla Principi
  • Esperta di politica nazionale
  • Laureata in Scienze della Politiche Relazioni Internazionali
10/08/2022

Sembrerebbe che Calenda abbia raggiunto un accordo con Renzi, mentre Conte dichiara di voler correre da solo alle elezioni perché il Pd ha “schiaffeggiato gli elettori”. Scopriamo tutte le dichiarazioni.

TRUE-1200X675-2-8-675×370

Carlo Cottarelli durante la conferenza stampa con PiùEuropa Pd a Roma ha dichiarato di aver accettato l’offerta dei due partiti di candidarsi. Il segretario del Pd Letta ha dichiarato:

“Ringrazio Cottarelli, gli abbiamo proposto di candidarsi e di essere il punto di sintesi del lavoro fra Pd e Più Europa, è il miglior interprete dell’intesa che abbiamo fatto la settimana scorsa, che vede entrare Cottareli e vede uscire chi ha deciso di uscire. Lavorare con lui è un privilegio. Cottarelli sarà una delle principali punte di diamante della campagna elettorale. Cottarelli sarà candidato nel nord, sia nell’uninominale sia nel proporzionale, abbiamo intenzione che la sua candidatura sia visibile, forte e importante. Meloni sta cercando di cambiare immagine, di incipriarsi, ma mi sembra una posizione molto delicata, se i punti di riferimento sono Orban. Quella intervista è un modo per rifarsi l’immagine ma c’è differenza con il discorso in Spagna per la candidata di Vox, era un’altra storia. Suggerirei che non si faccia un discorso per il pubblico spagnolo e uno in Italia, ognuno di noi ha una faccia sola”.

Intanto Silvio Berlusconi dichiara di candidarsi al Senato: 

“Non mi interessa la lotta sulla leadership, i nomi mi appassionano poco. Mi interessano di più le cose da fare, la battaglia contro l’oppressione fiscale, contro l’oppressione giudiziaria”.

Intanto Calenda ha dichiarato di essersi incontrato con Renzi:

“non è fissato, ci siamo visti i scorsi giorni, ora stanno andando avanti gli staff a lavorare ma ci sentiamo. Sulle questioni di fondo però l’accordo è raggiunto e ora si discute su altre cose rilevanti”.

Alessandro di Battista è stato costretto a lasciare, il politico ha dichiarato che non ci sono le condizioni per la sua candidatura alle elezioni politiche di settembre 2022.