Beppe Grillo: siamo qui per combattere, l’Italia ci sta chiamando

Beppe Grillo, dopo l’addio di Di Maio e lo scioglimento delle Camere, è tornato a postare in modo più frequente sul suo profilo Facebook: messaggi che preannunciano una campagna elettorale con un Grillo protagonista come una volta.

zombie italia

Quando parla Beppe Grillo non lo fa mai a caso o usando parole banali, il suo modo di comunicare è diretto e preciso: le polemiche, i teatrini della politica e i retroscena vengono da lui raccontati in modo colorito, con metafore e figure allegoriche capaci di arrivare senza filtri a tantissimi elettori.

Beppe Grillo tra zombie e lotte

beppe grillo

E così pochi minuti fa, ecco il nuovo post del garante del Movimento 5 stelle, un post che parla di lotta e zombie, un post che saluta coloro che dopo due mandanti saranno costretti a lasciare la poltrona ma rende onore a tutti coloro che continueranno a lavorare laicamente per il movimento anche senza un ruolo in parlamento.

Ecco le sue parole

Non esiste un vento favorevole per chi non sa dove andare, ma è certo che per chi va controcorrente il vento è sempre sfavorevole.
Sapevamo fin dall’inizio di dover combattere contro zombie che avrebbero fatto di tutto per sconfiggerci o, ancor peggio, contagiarci. E così è stato: alcuni di noi sono caduti, molti sono stati contagiati. Ma siamo ancora qui, e alla fine vinceremo, perché abbiamo la forza della nostra precarietà: siamo qui per combattere, non per restare, e questa nostra diversità è spiazzante per gli zombie.
Compiangiamo chi di noi è caduto e non ha resistito al contagio. Ma soprattutto ringraziamo chi di noi ha combattuto e combatte ancora. Per alcuni è il tempo di farlo con la forza della precarietà, perché solo così potremo vincere contro gli zombie, di cui Roma è schiava.
Onore a chi ha servito con coraggio e altruismo, auguri a chi prosegue il suo cammino!
Stringiamoci a coorte! L’Italia ci sta chiamando.

Saranno settimane di fuoco e questa volta Beppe Grillo sembra essere tornato in gioco.