I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Leggi i dettagli OK
TzeTze Politica
TW FB Google+
Caro lettore,
stai utilizzando un sistema per bloccare la pubblicità.
Purtroppo gli annunci pubblicitari sono gli unici che permettono alla redazione di mantenere aggiornato Tzetze con le ultime notizie dalla Rete.

Ti chiediamo di sostenerci disabilitando almeno per questo sito il tuo sistema di blocco e permetterci di continuare ad offrire il servizio.

La Redazione di Tzetze



Luigi Di Maio a Circo Massimo: "Se gli iscritti lo vorranno sarò candidato premier"

Pubblicato da Redazione


 Iscriviti alla newsletter



Segui TzeTze:  



Il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio è ospite di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto a Circo Massimo su Radio Capital. "Vedo tanta paura in Sicilia contro il M5s", dice a proposito della campagna elettorale per le elezioni siciliane.

Sarà incoronato premier alla convention 5Stelle del 22 24 settembre? "Ho sempre detto che se i nostri iscritti vorranno individuare me come condidato premier ci sarò. Faremo le votazioni degli iscritti le prossime settimane e proclameremo questo nome. Non sarà nè una incoronazione né un'investitura, dal giorno dopo non vediamo l'ora di presentare il nostro programma al Paese e faremo conoscere agli italiani tutti i nostri candidati ministri. Ma fino ad allora nessun nome, siamo una squadra".

LEGGI ANCHE: Bruno Vespa accetta il taglio dello stipendio: "A me si chiede di più ed io felice di dare"

Gianroberto Casaleggio il primo dicembre del 2013 disse "Orgoglioso di essere populista". Lei a Cernobbio ha dichiarato: "Non vogliamo un'Italia populista". Cercate accreditamento presso l'establishment anche a costo di snaturare il vecchio patrimonio culturale M5s? "Il fatto di essere chiamati populisti è anche dovuto al tentativo di associare il M5s a movimenti come quello di Le Pen ma noi abbiamo sempre respinto il tentativo di accomunarci a queste forze politiche. Se per populisti intendete che siamo gli unici a rinunciare ai voli di Stato e all'auto blu allora siamo populisti. Ma a Cernobbio ho ribadito che quando pensiamo a un modello politico alternativo guardiamo ai Paesi del Nord Europa per diventare una smart nation fondata sull'innovazione tecnologica". Lo riporta Corriere.it





Guarda anche...