I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Leggi i dettagli OK
TzeTze Politica
TW FB Google+
Caro lettore,
stai utilizzando un sistema per bloccare la pubblicità.
Purtroppo gli annunci pubblicitari sono gli unici che permettono alla redazione di mantenere aggiornato Tzetze con le ultime notizie dalla Rete.

Ti chiediamo di sostenerci disabilitando almeno per questo sito il tuo sistema di blocco e permetterci di continuare ad offrire il servizio.

La Redazione di Tzetze



Guai per Gianluca Vacchi, pignorati ville e yacht per 10 milioni di euro

Pubblicato da Redazione


 Iscriviti alla newsletter



Segui TzeTze:  



Ha festeggiato i suoi primi 50 anni da pochissime ore, ma per Gianluca Vacchi - la stella di Instagram - arrivano adesso i guai sotto forma di sequestri e pignoramenti. Come riporta il Corriere della Sera, infatti:

Vacchi ha accumulato un debito da 10 milioni di euro con Banco Bpm (nato a gennaio dalla fusione tra Banco Popolare e Banca Popolare di Milano), che ha ottenuto gli vengano pignorati beni e azioni: alla banca sono andati yacht, ville, azioni e quote del golf club Casalunga di Castenaso.

LEGGI ANCHE: Etruria: verso richiesta archiviazione per papà Boschi

Stando a quanto riportato dal quotidiano, ad ogni modo, sarebbe andata anche bene all'aspirante dj, che inizialmente avrebbe accumulato un debito con la banca di ben 30 milioni di euro.

Vacchi aveva già avuto altri attriti con le banche: con la Popolare di Vicenza per una villa a Porto Cervo per la quale aveva ottenuto un mutuo da 6 milioni di euro "non interamente restituito". E secondo QN, che gli attribuisce la professione di "fancazzista", "per tenerlo lontano da Ima, che fattura 1 miliardo e 300 milioni, i cugini gli verserebbero un compenso di 5 milioni di euro l'anno".

GUARDA ANCHE: Napoli, soldati circondati dagli immigrati per impedire un fermo

Insomma, dietro la quotidianità dorata di Mister Enjoy sembra esserci davvero anche qualche grana. Fonte: HuffPost.it





Guarda anche...