I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Leggi i dettagli OK
TzeTze Politica
TW FB Google+
Caro lettore,
stai utilizzando un sistema per bloccare la pubblicità.
Purtroppo gli annunci pubblicitari sono gli unici che permettono alla redazione di mantenere aggiornato Tzetze con le ultime notizie dalla Rete.

Ti chiediamo di sostenerci disabilitando almeno per questo sito il tuo sistema di blocco e permetterci di continuare ad offrire il servizio.

La Redazione di Tzetze



Sondaggi, testa a testa fra Pd e M5S. Consip, per il 60% c'è rischio familismo

Pubblicato da Redazione


 Iscriviti alla newsletter



Segui TzeTze:  



Se gli italiani votassero oggi, il risultato sarebbe un testa a testa fra Pd e 5 Stelle: 28,6% di preferenze per il primo, 28,5% per i secondi. È la fotografia scattata dai sondaggi dell'Istituto Ixè realizzati per Agorà di Rai3.

Gli intervistati si sono espressi anche sul caso Consip e sulle intercettazioni fra Matteo e Tiziano Renzi pubblicate dal Fatto Quotidiano: c'è il rischio di familismo, risponde la maggioranza, ma la figura dell'ex premier non esce indebolita.

Leggi anche: Grillo: "Sindaci non saranno candidati premier"

Rispetto alla scorsa settimana, il Partito democratico rimane in testa guadagnando uno 0,2% in più. Fra i partiti di destra, Forza Italia resta in vantaggio sulla Lega Nord per pochi decimali: 12,9% contro il 12,4% del partito di Salvini, che perde uno 0,2%. Per quanto riguarda i partiti più piccoli, Fratelli d'Italia passa dal 4,4 al 4,6%. Tutto insieme il centrodestra mette insieme oltre il 29 per cento delle preferenze. Area Popolare è in leggerissima flessione (passa dal 3,1 al 2,8), affiancato da Democratici e Progressisti, al 2,8%. Rimane costante Sinistra Italiana (2,4%). Queste tre forze politiche sarebbero certamente fuori dal Parlamento, tanto più se la soglia di sbarramento della nuova legge elettorale sarà fissata al 5 per cento. (FONTE: ilfattoquotidiano.it)

Leggi anche: "Riprendiamoci l'Iva sulle bollette", scatta la petizione





Guarda anche...