I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Leggi i dettagli OK
TzeTze Politica
TW FB Google+
Caro lettore,
stai utilizzando un sistema per bloccare la pubblicità.
Purtroppo gli annunci pubblicitari sono gli unici che permettono alla redazione di mantenere aggiornato Tzetze con le ultime notizie dalla Rete.

Ti chiediamo di sostenerci disabilitando almeno per questo sito il tuo sistema di blocco e permetterci di continuare ad offrire il servizio.

La Redazione di Tzetze



Appalti nella Marsica: indagata senatrice Pd Pezzopane

Pubblicato da Redazione


 Iscriviti alla newsletter



Segui TzeTze:  



La senatrice aquilana del Pd Stefania Pezzopane è indagata con l'accusa di finanziamento illecito ai partiti assieme ad Angelo Capogna, imprenditore che si occupa di illuminazione pubblica e che l'ha accusata nel corso di due interrogatori in relazione a una campagna elettorale degli anni scorsi. Originario del Frusinate, Capogna è amministratore della Saridue Srl e con le sue denunce nei mesi scorsi ha originato una maxi inchiesta nei confronti di politici e funzionari di Comuni marsicani, descrivendo un sistema di "tangenti sui lampioni" con contanti e regalie in cambio di commesse nel suo settore. Un'indagine di cui questo nuovo filone è uno stralcio.

Stefania Pezzopane, 57 anni, senatrice dal 2013, è stata anche assessore e presidente del Consiglio in Comune, presidente della Provincia dell'Aquila e assessore e vice presidente del Consiglio regionale. "Non so nulla, non ho ancora ricevuto niente, tuttavia ho fiducia nella magistratura - afferma la senatrice - Mi dispiace che i magistrati debbano lavorare spesso su cose del genere, mi sembra un grande calderone che alla fine si chiarirà".

Guarda anche: Tiziano Renzi prende a parolacce il reporter: ''Ma si levi dalle palle.. Mi avete rotto i coglioni, chiaro?''

A interrogare Capogna i sostituti procuratori della Repubblica di Avezzano (L'Aquila) Maurizio Cerrato e Roberto Savelli, che tra le sue parole hanno riscontrato un'autonoma fattispecie di reato che coinvolgerebbe la Pezzopane, in violazione della legge numero 195 del 1974, quella che regola appunto il finanziamento ai partiti. Per questo è stato aperto un fascicolo autonomo e lo scorso 11 aprile le carte sono state trasmesse alla competente procura aquilana, dal momento che il fatto sarebbe avvenuto nel capoluogo. (Fonte: ANSA)

Leggi anche: Celentano "corregge" il Papa: «Una svista non credere ai veggenti»





Guarda anche...