I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Leggi i dettagli OK
TzeTze Politica
TW FB Google+

Mafia Capitale, da Buzzi 5mila euro alla fondazione di Renzi

Pubblicato da Redazione


 Iscriviti alla newsletter



Segui TzeTze:  



"Ma noi ne abbiamo fatte, noi l'abbiamo fatta pure con Renzi la cena eh?" E' quanto affermato dal boss della cooperativa 29 giuno Salvatore Buzzi, secondo quanto emerso dalle intercettazioni nell'ambito dell'inchiesta su Mafia Capitale. Scrive Davide Vecchi sul Fatto Quotidiano:

"Per partecipare alla cena con Renzi "ho versato 15mila euro al Pd e 5mila alla Leopolda". Salvatore Buzzi, sodale di Massimo Carminati nel Mondo di mezzo, fa il conto di quanto gli è costato sedersi a tavola a poca distanza dal premier. Lo dice lui stesso nel corso di una telefonata intercettata due giorni dopo l'evento.

Dalle carte dell'inchiesta Mafia Capitale 2 emerge una nuova verità sulla presenza di Buzzi alla serata di raccolta fondi del Partito democratico organizzata dal segretario Matteo Renzi la sera del 7 novembre 2014 al Salone delle Tre Fontane di Roma: il ras della cooperativa 29 Giugno non ha versato solamente 10mila euro come era emerso lo scorso dicembre dalla prima ondata di arresti nella Capitale. Non solo: oltre ai soldi al Pd spunta un nuovo versamento da 5mila euro effettuato alle casse della Fondazione Open, la cassaforte personale del premier guidata dal fidato Marco Carrai e dall'avvocato Alberto Bianchi nonché dal ministro delle Riforme e rapporti con il parlamento Maria Elena Boschi e da Luca Lotti, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega all'editoria e segretario del comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe)
".











comments powered by Disqus