I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]

TzeTze Politica
TW FB Google+

La Repubblica e i 2€ all'ora per impaginare il quotidiano



Segui TzeTze:  



Smascherata La Repubblica. Giacomo Drudi, graphic designer, ha svelato le condizioni che il quotidiano di De Benedetti offrirebbe per impaginare il giornale: 2 € all'ora per lavorare dalle 12:30 alle 21:30. La notizia ha iniziato a girare sui social dopo che varie pagine su Facebook hanno ripreso lo screenshot di un post di Drudi su Linked In, che riportiamo di seguito:

"Dopo un colloquio presso La Repubblica ho deciso di far sapere cosa si offre: 500€ mensili (2 mesi) dalle 12:30 alle 21:30, da lunedì a venerdì. A impaginare tutto il quotidiano come uno schiavo. Sono meno di 2 euro all'ora. E questo è solo uno di molti casi. Questa è la vera Italia. Questo è sfruttamento. Spero di cuore che questo Paese affondi. Spero che tutti i talenti scappino. Poi parlate di futuro, voi, con le vostre patetiche vedute che non arrivano al di là del vostro naso. Patetici. E non me ne faccio nulla di un nome ridicolo sul mio CV come il vostro, la mia dignità vale molto di più."

Sotto: lo screenshot del post di Drudi

screenshot_drudi.jpg

Gli utenti hanno espresso profonda indignazione su Facebook. Ecco alcuni commenti:

"Mi piacerebbe sentire un commento di La Repubblica in merito"

"Spudoratezza ed indegnità,sono i due aggetivi che mi vengono dal cuore verso La Repubblica leggendo quanto scrive Giacomo Drupi"

"il berlusconismo ha infettato i lavoratori.... non esiste + noi ma IO!! quelli che lavorano nel giornale x un caso simile dovrebbero scioperare ad' oltranza x impedire di far lavorare simili schiavisti. VERGOGNOSO!!"

"Dicono che siamo alla frutta.Si ma quella marcia."

"ecco perché non è sbagliato parlare di articolo 18, è molto più semplicemente INUTILE, tanto non esiste più da decenni..."

Sei su Facebook? Condividi la foto se sei indignato!





comments powered by Disqus